Sono tornata!

Ciao Ragazzi,

finalmente sono tornata!! Sono una vera disgraziata, da 3 mesi ho abbandonato il blog a se stesso e mi dispiace veramente tanto, ma nonostante la mia assenza voi siete aumentati a vista d’occhio e non posso fare altro che ringraziarvi ❤
Ma veniamo a noi, voglio un po’ raccontarvi quello che mi è successo e perché CiBì è sparita..

Finalmente mi sono laureata, è stato il motivo principale. Quello è stato un momento veramente impegnativo, ero davvero stressatissima e forse col senno di poi posso dirvi avrei voluto godermi quella giornata in maniera migliore- il mio solo pensiero era: LETTO, DORMIRE. Ma nonostante questa stanchezza accumulata nei mesi precedenti, ho passato dei bellissimi momenti avendo accanto a me la mia famiglia e i miei amici più cari.

IMG_0279IMG_0281IMG_0282IMG_0280IMG_0283IMG_0284Sono andata in Sardegna a trovare una mia ex collega che si è laureata. Non riuscivo a vedere questa mia amica da ben 2 anni e la felicità di poterla riabbracciare è stata indescrivibile. Ho passato una settimana bellissima che porterò nel mio cuore. Mi sono veramente innamorata di quei posti, di come fossero genuine le persone, dell’accoglienza e di tutte quante le loro tradizioni e storie. Il mio consiglio è di “assaporare” la storia- ed anche i piatti locali- invece che andare solo sulle spiagge che sono bellissime ma anche fin troppo turistiche per i miei gusti. Ci sono tantissimi posti da visitare e tante cose ottime da mangiare.

IMG_6894IMG_6899IMG_6920

Da poco sono anche stata a Torino per un concorso. Non c’ero mai stata e mi ha affascinata moltissimo. Sicuramente ci ritornerò, in mezza giornata è stato impossibile vedere tutto quello che avrei voluto. Che posti mi consigliate? Dove mi suggerite anche di andare a mangiare? non alla “focacceria genovese” in centro perché da Recchelina DOC sono rimasta sconvolta dalla focaccia al formaggio e da quella che chiamano focaccia genovese, ragazzi non ci sono proprio paragoni!

Ho finalmente ripreso a fare sport. Erano ANNI che non mi dedicavo al mio fisico ed era giunta l’ora che riprendessi ad amarmi. Ho deciso di seguire gli esercizi a casa facendo l’abbonamento annuale a Runtastic Result. Non ho mai amato l’essere circondata da altre persone mentre facevo esercizi, purtroppo la corsa credo che per me sia off-limits in quanto spesso ho dolori alle ginocchia e non vorrei crearmi delle problematiche. Insomma, questa era l’unica opzione che trovavo accettabile. Non posso darvi una recensione vera e propria, però posso dirvi che a livello psicofisico mi sento veramente meglio. Sto scaricando tantissimo lo stress e soprattutto vado a dormire molto più rilassata.

Ho ripreso a leggere tanti, tantissimi libri. Questa volta però non sono quelli del mio genere abituale, ma sono spesso manuali riguardanti la vendita online, il marketing e branding. Ebbene si, avete letto bene! Da qualche mese sto cercando di impegnarmi e di migliorare con le mie creazioni in paste polimeriche per poter vendere al meglio online. Ad iniziare queste letture è stata Ilaria, de “I gufetti di Ila“, che mi ha consigliato di leggermi il blog della bravissima Francesca Baldassarri. Non posso non condividere con voi questa mia scoperta, ma di sicuro molte di voi la conoscono già. Insomma tra libri e blog sto apprendendo tantissime cose che in questi 3 anni non ho mai imparato.

Rifacendomi a quanto scritto sopra, sto dedicandomi tantissimo al mio account instagram dedicato alle creazioni in paste polimeriche, ho messo impegno anche nella ricerca di confezioni che più si rifacessero al mio stile- minimal ma colorato- e sto anche “studiando” per capire meglio l’algoritmo e le strategie di Instagram. Per fare ciò vi consiglio il blog di Myselfie Cottage.

Insomma direi che come avrete capito, mi sto dedicando tantissimo al mio lato creativo. Mi sto “sfondando” di serie tv e di film (volete delle recensioni?)- GRAZIE NETFLIX!!! E infine ho conosciuto persone splendide nell’ambito artigianale, sempre pronte a darti consigli. Sto apprezzando molto di più il fatto a mano, perché dietro un oggetto c’è una persona con un cuore, delle idee, ha studiato per la sua realizzazione e soprattutto ha amato quell’oggetto che ora possiedo.

A voi come sono andati questi 3 mesi? Seguite qualche blog creativo o lo possedete, consigliatemeli nei commenti! Un po’ di pubblicità ci vuole 😉

Per oggi è tutto ma prometto di farvi trovare a breve un altro post. A presto,

logoufficialecibin

Annunci

12 Maggio- giornata internazionale dell’infermiere

Caro maggio, quanti bei momenti e ricordi  che mi stai portando!

NURSE

just another word to describe a person strong enough to tolerate everything and soft enough to understand Everyone.

Oggi è la giornata dell’infermiere. Per chi mi conosce sa che sono quasi al termine del mio percorso come studentessa di scienze Infermieristiche e ne vado davvero orgogliosa. Ogni attimo ed ogni fatica vengono ripagati.

So di far parte di una grande comunità di cui spesso chi ne è estraneo non conosce davvero tutte le cose che si fanno. Essere infermieri è qualcosa di bellissimo, qualcosa che ti fa sentire orgoglioso e fiero di te stesso perché stai dando una mano alle altre persone. Essere infermiere è regalare un sorriso quando necessario, è ascoltare quella persona che vuole condividere con te i ricordi della sua vita, è rispettare i silenzi ed il dolore. Essere infermieri è questo ma tanto altro ancora. Essere infermieri non è solo fare igieni come molti pensano. Essere infermieri è a volte salvare vite. Essere infermieri però è in primis essere umani.

Il tempo non è mai abbastanza e le cose da imparare sono tantissime e si pensa spesso di non riuscire a farcela. A volte ti emozioni, altre volte pensi a quanto sia un difficile.

Penso che ci siano ben poche cose che mi rendano così fiera di me stessa rispetto al tornare a casa dopo un’intero pomeriggio passato in reparto. Certo la sveglia che suona alle 5 del mattino è pesantissima, ma anche questa fatica viene ripagata.

L’anno scorso un signore disse che “gli infermieri sono degli angeli”. Credetemi questa frase mi ha fatta emozionare moltissimo. Continuo a portarmi nel cuore tante persone che ho incontrato sul mio cammino, molte mi hanno aiutata a crescere sia professionalmente che personalmente. Ho visto realtà che fino a 3 anni fa non immaginavo nemmeno e non nego che questo non  abbia cambiato alcuni miei punti di vista ed alcune mie priorità.

Sono ORGOGLIOSA del lavoro che sto facendo e vorrei ringraziare tutti gli infermieri che ogni giorno dedicano il proprio tempo alle altre persone per farle stare meglio, per potergli permettere di tornare presto a casa, per essere ricordati con un sorriso.

biglietto2015-2

GRAZIE INFERMIERI.

Chiara